“IL LAZIO PRESENTE CON L’EUROPA NEL FUTURO”,16.6 MLD PER LA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 21/27

Rilanciamo sul Lazio, sui cittadini e le cittadine con un piano regionale di investimenti ambizioso. Con la nuova programmazione europea 2021-2027 presentata al Palazzo Dei Congressi di Roma, si vuole realizzare un nuovo modello sociale ed economico per la Regione Lazio da qui ai prossimi 7 anni, grazie alle risorse dei fondi del PNRR e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2021- 2027 che mettono a disposizione 16,6 miliardi.

L’obiettivo straordinario è quello di raggiungere quanto previsto nel Piano nazionale di ripresa e resilienza insieme all’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile, per una regione più competitiva, inclusiva e verde.

“Per far bene per tutti”, non è solo un slogan, ma una grande visione, chiara e condivisa, che ha l’ambizione di rendere questo sviluppo un bene comune.

8 i target individuati:

– I diritti fondamentali delle persone e la lotta alle diseguaglianze

– Il lavoro, con misure volte a ridurre la disoccupazione e far crescere la formazione e le competenze professionali;

– La scuola, università e ricerca, al fine di garantire il diritto allo studio;

– Le imprese, turismo e agricoltura per infoltire il tessuto produttivo industriale e artigianale investendo sull’internazionalizzazione, l’accesso al credito, le startup e l’innovazione tecnologica;

– La tutela dell’ ambiente, l’economia circolare e il sostegno alla transizione energetica;

– Le infrastrutture, con il completamento delle reti stradali, autostradali e ferroviarie;

– Le comunità locali a favore dello sviluppo delle aree urbane, metropolitane e nei territori locali;

– Il benessere sociale e individuale con investimenti per la cultura e per lo sport.

Dopo la pandemia, ora siamo difronte a una svolta. Un’occasione unica e irripetibile di investimenti che sarà reale solo grazie al protagonismo degli enti territoriali locali. Allora avanti, insieme alle istituzioni, alle province e a tutti i sindaci e alle sindache della nostra Regione, per poter raggiungere gli obiettivi nazionali e europei.

Guardiamo al futuro con coraggio e con speranza!