CONTRATTI DI FIUME, AVVISO PUBBLICO PER PROMUOVERE PROGETTI RIVOLTI A BAMBINI E RAGAZZI

E’ stato approvato dalla Giunta della Regione Lazio un avviso pubblico per il coinvolgimento delle bambine, dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi, per la diffusione e sensibilizzazione dei principi e del tema dei Contratti di Fiume, uno strumento che mira a raggiungere gli obiettivi delle Direttive Europee sulle Acque (2000/60/CE) e sulle Alluvioni (2007/60/CE) supportando e promuovendo politiche e iniziative volte a consolidare comunità fluviali resilienti, riparando e mitigando, almeno in parte, le pressioni dovute a decenni di urbanizzazione sregolata..

Si tratta di un altro tassello importante per le politiche ambientali della Regione Lazio che stavolta mira a coinvolgere i più giovani per creare comunità più consapevoli per il futuro, responsabili e pronte a spendersi in prima persona. Le ragazze e i ragazzi lavoreranno ad un vero e proprio Contratto di Fiume in tutte le sue fasi: dalla scoperta e conoscenza dello stato chimico/ecologico e degli aspetti naturalistici di un corso d’acqua, alla visione del corpo idrico a partire dalle criticità e punti di forza rilevati, fino a stabilire delle azioni e comportamenti virtuosi su come potrebbe essere il futuro e quali impegni potrebbero prendersi.

L’azione di promozione dei Contratti di Fiume, strumento di partecipazione per la tutela ambientale e lo sviluppo socio-economico del territorio, prosegue contemporaneamente con azioni di sistema, come l’inserimento dei Contratti di fiume all’interno della strategia regionale per lo sviluppo sostenibile, ed azioni concrete e puntuali rappresentate da questo bando che impegnerà risorse pari a 160 mila euro e segue il bando aggiudicato lo scorso gennaio a sostegno dei 19 processi di contratti di fiume finanziati.

CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI

  •  Maggior numero complessivo di bambine, bambini, ragazze e ragazzi coinvolti/e nel progetto;
  • Caratteristiche ambientali, paesaggistiche e storico culturali dell’area del fiume/lago/costa o foce individuato/a per il progetto (es. presenza di aree naturali protette, monumenti naturali, parchi e riserve regionali e nazionali, etc.) nella Regione Lazio;

Attività incluse nel progetto, articolate secondo le fasi di un Contratto di Fiume, di cui al documento d’indirizzo “Definizione e Requisiti qualitativi di base dei Contratti di Fiume” del 12 marzo 2015, sopra citato:
– scoperta/conoscenza: esame dello stato chimico/ecologico e degli aspetti naturalistici/biodiversità di un corpo idrico;

– visioning: a partire dalle criticità e punti di forza rilevati, come potrebbe essere il futuro – Cosa potremmo fare in una visione temporale medio-lunga;

– responsabilità: cosa potremmo concretamente fare fin da oggi. Azioni e comportamenti virtuosi in una visione temporale di breve termine; programmazione di attività “ordinarie” in cui il Fiume, il Lago, la Costa o la Foce, diventino luogo e oggetto di educazione, studio, gioco;

  • esperienze pregresse (del soggetto che presenta la domanda) in materia di Contratti di Fiume, in
    tema Ambientale e in attività di coinvolgimento delle bambine, dei bambini, delle ragazze e dei
    ragazzi.

Il contributo per ciascun Progetto non può superare complessivamente 10.000 Euro. 

I soggetti ammessi a contributo sono gli Enti locali, gli Enti gestori delle riserve e dei parchi nazionali e regionali, Enti del terzo settore di cui all’art. 4 del D. Lgs. n. 117/2017 anche se non iscritti al Registro nazionale e/o regionale; i predetti soggetti possono partecipare anche se al momento di pubblicazione dell’Avviso non siano sottoscrittori del Documento di Intenti come definito nel documento d’indirizzo 12 marzo 2015 sopra citato, o del Contratto di Fiume.

SCARICA LA DELIBERAZIONE