IMPARIAMO A CONOSCERCI

Io, Eleonora

 

sono nata a Colleferro nel 1976, e cresciuta a Valmontone. Dopo la laurea in Giurisprudenza, e un master in bilancio consolidato, ho completato il mio percorso con l’abilitazione alla pratica forense e l’iscrizione all’albo degli avvocati. Ciò non mi ha impedito, negli anni, di impegnarmi con passione per la mia comunità, partecipando attivamente alla vita politica e svolgendo inchieste giornalistiche – grazie alla collaborazione con il quotidiano l’Unità, diretto da Antonio Padellaro – su temi delicati, come la drammatica situazione ambientale della Valle del Sacco.

Lavoro da quando avevo 17 anni e, per avere una mia indipendenza economica e mantenermi agli studi, ho accettato qualsiasi tipo di occupazione: commessa nella serra del Parco Naturale La Selva di Paliano, promoter in supermercati e grandi magazzini, vigile urbano, assistente amministrativa, addetta stampa, giornalista per tv e carta stampata, avvocato civilista e amministrativista. In Regione Lazio, in termini professionali, mi sono occupata di sviluppo economico, di turismo ed ho partecipato attivamente alla stesura di leggi e provvedimenti.

Iscritta al Partito Democratico fin dalla sua costituzione, nel 2007, ho ricoperto gli incarichi di presidente dell’Assemblea provinciale del Pd Roma, membro della segreteria Regionale nonché eletta in Assemblea nazionale.

Nel 2013, a Valmontone, con 900 preferenze sono stata la più votata in assoluto, ricoprendo l’incarico di vice sindaco con delega alla cultura e alle politiche sociali e garantendo un impegno costante in Consiglio comunale.

Amo viaggiare, mi piace camminare tra i boschi e ammirare i paesaggi naturali, come pure scoprire i luoghi più belli, e nel Lazio ne abbiamo tantissimi. Ho la passione per il teatro e il cinema (con una specie di dipendenza da “C’era una volta in America”, con le musiche del grande Morricone) e nutro un grande affetto per gli animali, in particolare per i diversi cani e il gatto con cui vivo.

Il 4 marzo 2018 sono stata eletta al Consiglio regionale del Lazio, con quasi 10 mila preferenze, grazie all’entusiasmo e al sostegno che ho ricevuto da tantissime amiche e amici di tutta la Provincia di Roma che hanno dato fiducia al mio impegno sincero per il prossimo e verso il futuro.

Cosa faccio

In Consiglio regionale del Lazio sono l’unica donna eletta presidente di Commissione (tra le 12 esistenti), in IX Commissione consiliare del Lazio “Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio”. Un ruolo importante che mi consente di occuparmi di temi a cui tengo in modo particolare, riguardanti le pari opportunità, i giovani, la scuola, la formazione professionale e il lavoro, cosa che sto facendo fin dal primo giorno cercando di dare concretezza alle azioni.

Oltre al mio impegno in Regione Lazio, ricopro gli incarichi di vice presidente della Consulta delle donne degli Amministratori Anci e (come unica donna eletta) membro del Consiglio delle autonomie locali del Lazio.

In tutto ciò che ho fatto sono sempre stata convinta che la buona politica e un buon governo del territorio siano un dono prezioso da consegnare alle nuove generazioni.

La sfida più grande alla cultura e alla politica è quella di realizzare un mondo che sia a misura delle donne e degli uomini, un mondo a misura dei due sessi.